Comunicato stampa di Avis Regionale Lombardia

COMUNICATO STAMPA — Priorità: Alta

Andiamo a donare senza paura. Il coronavirus non è un pericolo per chi decide di donare sangue o riceverlo”.

Il presidente di Avis Regionale Lombardia, Oscar Bianchi, raccomanda ai donatori di non sospendere le donazioni ma di continuare a donare con la massima diligenza, responsabilità e senso civico.

A scopo puramente prudenziale sono sospese temporaneamente le donazioni dei residenti nei seguenti comuni Codogno, Casalpusterlengo, Castiglione D’Adda, Castelgerundo, Fombio, Maleo, Bertonico, Somaglia, Terranova dei Passerini.

Milano, 24 febbraio 2020 – Il sistema sangue italiano è sicuro e non teme il Coronavirus.

Avis Regionale Lombardia, alla luce del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha rafforzato le misure di contenimento, tranquillizza e invita i donatori a continuare a donare.

A scopo puramente prudenziale sono sospese temporaneamente dall’attività donazionale i residenti nei comuni di Codogno,  Casalpusterlengo, Castiglione D’Adda, Castelgerundo, Fombio, Maleo, Bertonico, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini.

Il presidente di Avis Regionale Lombardia, Oscar Bianchi rassicura:  “I donatori devono comportarsi come sempre, seguendo il fondamentale criterio dell’autosospensione in caso di sintomi da raffreddamento e febbre o altri sintomi simili”.

Si dona il sangue solo quando si è in buona salute, quindi è opportuno avere la sensibilità di comunicare alla struttura trasfusionale se tali sintomi sono comparsi nei 15 giorni dopo la donazione. A tutti i donatori raccomando di informare il servizio trasfusionale di riferimento in caso di comparsa di sintomi compatibili con l’infezione da “Coronavirus” o in caso di diagnosi, nei 14 giorni successivi ad una donazione.

Vige il principio di massima precauzione, ma è importante ribadire che il nostro sistema trasfusionale è sicuro e di qualità”.

74° Assemblea Associati Avis Comunale di Cantù

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA ANNUALE DEGLI ASSOCIATI

Il Consiglio Direttivo dell’AVIS di Cantù, nella riunione del 19 dicembre 2019, ha deliberato la convocazione dell’Assemblea dei Soci AVIS Comunale di Cantù che si svolgerà

LUNEDI’ 24 FEBBRAIO 2020

– alle ore 6,30 in prima convocazione (con la presenza della metà dei Soci aventi diritto)
– alle ore 20,30 in seconda convocazione (qualunque sia il numero dei Soci presenti)

presso la Sala Convegni “Giovanni Zampese” – Corso Unità d’Italia, 11 – Cantù

per gentile concessione di Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù

con il seguente

ORDINE DEL GIORNO

  1. Apertura lavori, nomina ufficio di Presidenza e nomina dei questori di sala.
  2. Lettura verbale della Commissione verifica poteri.
  3. Relazione delle attività del Consiglio Direttivo 2019.
  4. Esposizione Relazione Economica e Bilancio Consuntivo 2019.
  5. Relazione del Revisore dei Conti.
  6. Relazione del Direttore Sanitario.
  7. Dibattito e Interventi.
  8. Votazione della Relazione Economica e del Bilancio Consuntivo 2019.
  9. Esposizione e Ratifica Bilancio Preventivo 2020.
  10. Composizione Consiglio Direttivo mandato 2021/2024.
  11. Delega al Segretario dei compiti stabiliti per la Commissione verifica poteri.
  12. Nomina delegati alle Assemblee Provinciale, Regionale, Nazionale e del capo delegazione.

Tra i partecipanti all’Assemblea verranno sorteggiati 25 nominativi di Soci presenti in sala al momento dell’estrazione, che potranno partecipare gratuitamente alla gita di un giorno, con pranzo sociale, in località da destinarsi, durante il mese di settembre o ottobre 2020.

PRESENTARSI MUNITI DI TESSERA ASSOCIATIVA

N.B. A norma dello Statuto, i Soci che volessero consultare i bilanci e la relativa documentazione possono passare in sede per visionarli negli orari di apertura degli uffici, a partire dal giorno 17 febbraio 2020.

75° Fondazione Avis Comunale di Cantù, ecco il nuovo Logo ufficiale

Eccoci giunti in questo anno dal suono così rotondo ma, soprattutto, COLORATO  dall’insegna del nuovo Logo che la Sezione Avis Comunale di Cantù ha scelto per celebrare il 75° ANNO DI FONDAZIONE della nostra Sezione.

A seguito dell’incontro con gli Allievi della 5° classe-grafici dell’ Istituto Istruzione Superiore “Da Vinci – Ripamonti” di Como è scaturita una preziosa e volonterosa collaborazione da parte di tutti gli Allievi per la creazione del celebre Logo e dopo un’accurata e impegnativa selezione, nonostante siano stati lodevoli tutti i loghi che i suddetti ragazzi ci hanno proposto, quello scelto ritrae un caratteristico cuore rosso unito a una canula, quest’ultima segno di “quel filo” di amore per la salute di chi “dona” sangue e di chi lo “riceve”, perché donare significa dire con i fatti che la vita di chi sta soffrendo mi preoccupa.